Ravvedimento dal 2016

RAVVEDIMENTO OPEROSO

 

 

 

 

Descrizione procedimento

Il contribuente che abbia omesso il pagamento dell'imposta o della tassa comunale entro i termini previsti dalle disposizioni vigenti, può effettuare il ravvedimento operoso, sempre che la violazione non sia stata già constatata e comunque non siano iniziati accessi, ispezioni e verifiche amministrative di accertamento da parte del Servizio Tributi. Il ravvedimento operoso è previsto per tutti gli adempimenti e consiste nella spontaneità della regolarizzazione.

 

 

 

 

Documentazione da presentare

La dichiarazione di ravvedimento operoso o copia della ricevuta del versamento.

 

 

 

 

Modalità di presentazione

Al calcolo del ravvedimento operoso provvede spontaneamente il contribuente. La regolarizzazione avviene pagando il tributo originario ( o la differenza ),  le sanzioni e gli interessi  moratori al tasso d'interesse legale. La comunicazione di ravvedimento deve essere presentata all'Ufficio Protocollo del Comune utilizzando la modulistica predisposta reperibile presso il Servizio Tributi e sul sito Internet. Si può provvedere altresì presentando direttamente la ricevuta del pagamento.

 

 

 

 

Scadenza

1.- ravvedimento "sprint", entro 14 giorni;

2.- ravvedimento "breve", entro 30 giorni;

3- ravvedimento "intermedio", entro 90 giorni;

4- ravvedimento "lungo", entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dell'anno in cui è stata commessa la violazione.

 

 

 

 

Tempi di risposta

Non previsti

 

 

 

 

Determinazione della sanzione e degli interessi

Le sanzioni amministrative connesse al ravvedimento operoso, per le violazioni commesse dal 1° gennaio 2016 sono:

1.- ravvedimento "sprint", con sanzione dello 0,1% per ogni giorno di ritardo, fino a 14 giorni;

2.- ravvedimento "breve", con sanzione ridotta del 1,5% (1/10) per i versamenti eseguiti entro 30 giorni;

3- ravvedimento "intermedio", con sanzione ridotta al 1,67% (1/9) per i pagamenti effettuati entro 90 giorni;

4- ravvedimento "lungo", con sanzione ridotta al 3,75% (1/8) per i versamenti eseguiti entro il termine previsto per la presentazione della dichiarazione dell'anno in cui è stata commessa la violazione).

(La sanzione base è pari al 30%)

Gli interessi sono da calcolarsi giorno per giorno a partire dal giorno successivo a quello in cui il versamento doveva essere eseguito, al tasso legale annuo:

 […]

dal 01/01/2012 al 31/12/2013: 2,5%

dal 01/01/2014 al 31/12/2014: 1%

dal 01/01/2015 al 31/12/2015: 0,5%

dal 01/01/2016 al 31/12/2016: 0,2%

dal 01/01/2017 al 31/12/2017: 0,1%

dal 01/01/2018 al 31/12/2018: 0,3%

dal 01/01/2019: 0,8%

 

 

    

 

Normativa di riferimento generale

D.L. n. 472 del 18/12/1997  -  D.L. n. 185/2008 - Legge 13/12/2010 n. 220
Legge 23/12/2014, n. 190 (legge di stabilità 2015)

 

 

 

 

DOVE RIVOLGERSI

 

 

 

 

 

Ufficio

Ufficio Tributi

 

 

 

 

Indirizzo

Corso Roma, 71 – 41040 Polinago MO

 

 

 

 

Orari

Dal Lunedì al sabato dalle ore 08:30 alle ore 12:30

Si consiglia appuntamento telefonico

 

 

 

 

Telefono

0536/47000 int. 12

 

 

 

 

Fax

0536/47672

 

 

 

 

Email

ufficio.tributi@comune.polinago.mo.it

 

 

   

 

Email certificata dell’Ufficio

tributi.polinago@anutel.it

 

 

   

 

Email certificata generale

comune@cert.comune.polinago.mo.it

 

 

 

 

RESPONSABILI

 

 

 

 

 

Servizio

Servizio Finanziario - Tributi

 

 

 

 

Responsabile del servizio

Zironi Dott. Tiziano

 

 
Proprietà dell'articolo
creato:lunedì 4 gennaio 2016
modificato:venerdì 11 gennaio 2019